Cerca
  • alessandro zavarise

Asset allocation e gestione del rischio. Le domande che il tuo consulente non vorrebbe mai sentire.

Aggiornato il: lug 23

Sia che tu abbia un Promotore finanziario che ti segue sia che tu faccia direttamente presso la tua banca, è fondamentale fare le giuste domande per capire se stai davvero avendo un servizio di qualità oppure no.

Purtroppo vedo ogni giorno dei portafogli che non hanno ne capo ne coda, dove la parola "diversificazione" sembra non esistere. Pigrizia o incapacità di chi ti ha aiutato?

Lo scoprirai facendo poche e semplici domande e verifiche sul tuo portafoglio.

Chiedigli se ti mostra la matrice di correlazione tra gli strumenti finanziari nel tuo portafoglio. Perchè? E' fondamentale per capire due cose:


1) Se c'è o meno diversificazione;


2) Se i prodotti sono tutti correlati tra loro (la Correlazione non è altro che la covarianza normalizzata per essere resa "intellegibile" e infatti varia da -1 indicando massima INCORRELAZIONE a +1 ossia CORRELAZIONE), allora sei sicuro di aver speso per niente soldi di commissioni e di non aver ripartito il rischio sistemico (il rischio di mercato in generale) e idiosincratico (il rischio specifico di ogni titolo).


Se vedi il vuoto totale dentro ai suoi occhi, fai scattare un primo campanello di allarme.

Chiedigli se il tuo portafoglio (che magari è stato "toccato" l'ultima volta 3 anni fa...), è in linea con il tuo profilo di rischio ma soprattutto se è in linea con le attuali condizioni di mercato. Infatti, come ben avrai notato, il mercato azionario ha un andamento "a dente" ossia oscilla su e giù in modo random (apparentemente a caso). Ad esempio, un titolo X passa da $10 dollari ad azione a $12,54 dollari ad azione in una settimana (o in un giorno/mese/anno) non in modo lineare. In poche parole non segue una linea dritta ma si sposta in maniera molto frenetica (in base a domanda/offerta). Questo fenomeno si chiama Processo di Wiener o anche moto geometrico Browniano. Ora, non pretendere che il tuo consulente/promotore sappia cosa sia e te lo spieghi ma PRETENDI senza se e senza ma che tenga sempre aggiornato il tuo portafoglio in base a quel tipo di andamento.

Non significa entrare ed uscire da un fondo comune di investimento (OICR) o da un ETF o da un titolo azionario od obbligazionario ogni giorno o settimana; significa che però se il trend cambia, anche il tuo portafoglio deve cambiare ed essere sottoposto ad un profondo check up più volte durante l'anno e comunque ogni volta che si verifichi uno shock (ad esempio il Covid).

Facile no? Purtroppo non sembra sia così e infatti ecco centinaia di migliaia di risparmiatori che non sanno cosa stia succedendo ai propri soldi. Ti preoccupi della tua salute? Si, ovvio. E quando stai male vai dal medico prima possibile per farti visitare e guarire.

Bene, con i soldi funziona alla stessa maniera, solo che il medico si chiama Promotore finanziario oppure lavora nel "borsino" della filiale della tua Banca.

Ti interessa quindi che i tuoi soldi "lavorino" per te (dopo che tu hai lavorato sodo per loro!) in modo da stare sempre "in salute"? Direi proprio di si. Allora basta lasciare che incompetenza e negligenza gestiscano i tuoi sudati e meritati risparmi.


Fai domande! Verifica con i tuoi occhi!!


E ricordati, se non sei sicuro (sono argomenti sicuramente non facili), non vergognarti: scrivimi una mail e in maniera GRATUITA verifico che tu sia in buone mani oppure no!


Buon risparmio!

10 visualizzazioni

©2020 Alessandro Zavarise.